Blog

  • Streaming: più piattaforme non significa meno censura
    Secondo una notizia del New York Times, Tim Cook avrebbe bloccato uno show di Apple TV dedicato alla storia del blog Gawker. Gawker, nel 2008, rivelò pubblicamente l’omosessualità di Cook, senza il suo consenso. Fece anche molti “torti” a Apple, raccontando ad esempio i retroscena più scottanti sulle fughe di notizie sugli iPhone. Sempre secondo il Times sarebbe bastata una mail di Cook per bloccare l’acquisizione dello show, già in stadio avanzato. La tematica è molto complessa. Non è certo la prima volta al mondo che un amministratore delegato blocca una produzione artistica non di suo gusto. Ma fino a…
  • La guida di GLAAD per scrivere correttamente articoli su Elliot Page
    Elliot Page, ovvero l’attore candidato agli Oscar con il nome di Ellen Page e noto per la serie Netflix “Umbrella Academy”, ha rivelato su Twitter di essere transgender. Ha aggiunto di identificarsi nei pronomi lui/loro e con il nome Elliot. GLAAD è un’associazione che si occupa dell’accurata rappresentazione delle persone LGBTQ+ sui media, ed ha scritto una piccola guida su come trattare la notizia di Elliot Page. Al di là di preconcetti che fatichiamo a scardinare, molto spesso rischiamo di esprimerci in modo scorretto quando parliamo di queste tematiche, non raccontando in modo adeguato l’identità di queste persone. Sperando che…
  • Quelle foto di Tom Hussey che ci ricordano il rispetto per gli anziani
    “Riflessi dal passato” è una premiata campagna del 2009 che vede protagoniste le fotografie di Tom Hussey. Oggi rappresenta un buon promemoria sul ruolo chiave degli anziani, anche durante questa pandemia. Le immagini mostrano persone anziane mentre osservano allo specchio le persone che erano e che sono: figure chiave per la società, tanto oggi quanto nella loro gioventù. Sembra triste doverselo ricordare, ma è chiaramente necessario. Hussey si è ispirato ad un veterano della seconda Guerra Mondiale, che gli avrebbe detto “Non posso immaginare di essere prossimo agli ottant’anni. Mi sembra di essere appena tornato dalla guerra. Mi guardo allo…
  • Sì, usare gli influencer per parlare di COVID è una buona idea
    Lo dicono le ricerche, lo dicono le case history di Paesi Bassi, Texas e Regno Unito. E per gli stessi influencer l’attivismo diventerà sopravvivenza.
  • Tutti a scuola di “smize”: il sorriso, sotto la mascherina
    Il termine “smize” è stato coniato da Tyra Banks nel suo reality per modelle: è l’arte di sorridere, anche con la mascherina